A sedici anni una vita cambiata per sempre. A raccontare a storia di Saverio il fratello Alfonso. Quel giorno di luglio il sedicenne aveva appena ricevuto il suo motorino. 

Una sensazione strana, però, iniziò a turbare Alfonso. 

Quasi venti giorni di coma per Saverio, nel frattempo amici e familiari non si allontanano dall’ospedale alla ricerca di notizie. 

La famiglia è molto devota al sacro cuore di Gesù e quel segno del destino sul volto di Saverio non è stato un caso per la famiglia. Per loro è un miracolo. 

Adesso Saverio è in ripresa, ma il percorso è ancora lungo. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it