Secondo i dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità, grazie ai vaccini anti-Covid vi è un calo drastico dei decessi e delle ospedalizzazioni da infezione da coronavirus. La grande maggioranza di morti e ricoveri, infatti, riguarda la popolazione non vaccinata: i numeri

Covid, ricoveri e decessi: i colpiti sono quasi tutti non vaccinati

Nel periodo compreso tra il 6 giugno ed il 6 luglio 2021, l’88% dei casi nuovi ha riguardato gli under 40 non vaccinati, con 13.549 nuovi contagi. Per i soggetti non coperti da vaccinazione, nella fascia tra i 40 e i 59 anni, si riportano 5.747 positivi, ossia il 71,3%.

Per le stesse fasce d’età, nei soggetti vaccinati con una sola dose, si registrano 1.243 (8,1%) e 1.586 (19,7%) nuovi casi. Ulteriore calo per coloro che hanno completato il ciclo vaccinale: per i soggetti fino ai 39 anni, le positività di attestano a 528, ossia il 3,4%, mentre dai 40 ai 59 anni sono 727 contagi, cioè il 9%.

Leggi anche: Asl Napoli 2 Nord, riprendono gli open day in tutti i centri vaccinali della provincia

Ospedalizzazioni e terapie intensive: i numeri

Nel periodo che va dal 4 giugno al 4 luglio 2021 si contano 528 ospedalizzazioni tra gli under 40: il 97,2% di questi non è vaccinato. Stesso discorso per gli under 60: 91,2% delle persone non è coperta da vaccinazione.

Per quanto riguarda le terapie intensive, sale a 13 il numero, che corrispondono al 100% dei soggetti tra i 12 e i 39 non vaccinati. Tra gli under 60, infine, il 95,7% dei ricoveri riguarda i non vaccinati.

I decessi

A partire dal 21 maggio e fino al 20 giugno 2021, degli 8 registrati (12-39 anni) nel periodo di riferimento 7 riguardano i non vaccinati, l’altro è un vaccinato con una sola dose. Dai 40enni in su si riportano 50 morti, di cui 45 tra persone che non hanno ricevuto nemmeno una dose.

In conclusione,  per gli over 80, sono 147 i morti non vaccinati, raggiungendo il 65,9% dei casi totali.

continua a leggere su Teleclubitalia.it