L’Oms raccomanda l’uso del Tocilizumab, il farmaco anti-artrite sperimentato all’Istituto per i tumori Pascale di Napoli dal prof Paolo Ascierto, per i malati gravi colpiti da Covid. Secondo l’agenzia dell’Onu, avrebbe ridotto del 13% la mortalità dei pazienti affetti dal virus.

Covid, l’Oms raccomanda la “cura Ascierto”: “Il Tocilizumab riduce la mortalità”

Il direttore generale Attilio Bianchi ringrazia l’Oms per la fiducia accordata agli studi dell’Irccs: “È una soddisfazione – afferma Bianchi – per tutti noi constatare che nell’anno più drammatico della sanità mondiale, i nostri ricercatori abbiano contribuito a dare una mano alla lotta alla pandemia”.

Ringrazia anche l’oncologo Paolo Ascierto. È sua l’intuizione un anno fa di somministrare il farmaco anti artrite a dei pazienti dal Covid e guariti dopo due somministrazioni. “Il Covid 19 – dice Paolo Ascierto – è una malattia grave e questa ricerca dimostra che esistono delle soluzioni terapeutiche di supporto al trattamento dei pazienti che ne sono affetti, inibendone la progressione o addirittura riducendone il rischio di morte. Per noi degli ospedali Pascale e Cotugno di Napoli, la somministrazione del Toci non sarebbe stata possibile senza il contributo del collega Vincenzo Montesarchio, questo è un risultato molto importante che testimonia che le nostre osservazioni erano giuste”.

“Il Covid 19 – afferma l’oncologo – è una malattia grave e questa ricerca dimostra che esistono delle soluzioni terapeutiche di supporto al trattamento dei pazienti che ne sono affetti, inibendone la progressione o addirittura riducendone il rischio di morte”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it