campania zona gialla bianca

Non ci sarà la zona bianca in Campania neanche questa settimana. La cabina di regia del Governo, sulla base dei dati dell’ISS, infatti ha confermato la zona gialla per la regione guidata dal governatore Vincenzo De Luca. La Al momento le regioni già zona bianca sono Friuli-Venezia Giulia, Molise e Sardegna, alle quali si aggiungeranno da lunedì anche Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto.

Campania resta in zona gialla

Tutte le altre regioni restano in zona gialla. Campania compresa. Gli ultimi dati trasmessi dall’Unità di Crisi confermano un trend in calo dei contagi. Sono 2.707 nell’ultima settimana, come evidenziato dal report del Ministero della Salute. Ancora troppi. La regione infatti è seconda solo alla Lombardia. L’RT, ovvero l’indice di trasmissibilità del Coronavirus, è stimato attorno al 0.57.

Restano situazioni a rischio in alcuni comuni, dove l’RT supera lo 0,6. E’ il caso di Laurino, piccolo comune del cilentano, che ha fatto ricorso a un duro lockdown per frenare l’espansione della pandemia. Situazione però positiva sul fronte ospedaliero. Cala infatti la pressione sulle strutture sanitarie. Si svuotano i reparti Covid. Alcuni chiudono. Così è avvenuto al San Giovanni Bosco di Napoli.

Tuttavia, visti anche i contagi che restano bassi ma comunque stabili,al momento la Campania resta stabilmente in zona gialla, con le ultime restrizioni ancora attive. Restando in zona gialla, infatti, resta l’obbligo del coprifuoco (che comunque nelle prossime settimane sarà prorogato ulteriormente fino a mezzanotte prima per poi essere abolito dal 21 giugno). Resta anche l’obbligo delle 4 persone ai tavoli per i locali di ristorazione al chiuso, così come il divieto di ballare nelle discoteche (quest’ultimo però è valido anche nelle zone bianche).

continua a leggere su Teleclubitalia.it