Il mese di giugno sarà segnato da nuove riaperture ma soprattutto da un graduale abolizione del coprifuoco. Dal 19 maggio il coprifuoco è stato spostato dalle 22 alle 23, come previsto dall’ultimo decreto covid approvato.

Coprifuoco, quando scatta alle 24 e quando verrà abolito

Il primo step è spostare il coprifuoco a mezzanotte. La misura entrerà in vigore il 7 giugno, poi il 21 giugno ci sarà un’altra data cruciale: quella dell’abolizione del divieto di spostamento notturno in tutte le regioni collocate in zona gialla.

Leggi anche >> Riaperture, dai ristoranti ai bar fino agli stadi: cosa cambia da domani 1° giugno

Fa eccezione la zona bianca. Da oggi, infatti, in tre regioni – Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia – non c’è più un limite d’orario per poter circolare in strada. Il coprifuoco in queste regioni è stato abolito in anticipo. Dal 7 giugno potrebbero passare nella fascia con minor restrizioni altre 4 regioni, come Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto. Per tutte le altre sarà decisivo proprio il monitoraggio Iss di domani: chi  sarà sotto la soglia dei 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti se manterrà questo valore per le successive due settimane, potrà sperare nella zona bianca dal 14 giugno.

(immagine di archivio)

 

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it