borrelli tina colombo

Il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli replica a Tina Colombo. Dopo la diretta furiosa di ieri della moglie di Tony Colombo, in serata a rispondere ci ha pensato Borrelli che è stato citato dalla stessa donna durante il live.

Borrelli risponde a Tina Colombo

Borrelli usa parole forti rivolgendosi a Tina Rispoli e dice: “Puzzi di camorra lontano un miglio”. “La signora ha dichiarato che non si è accorta di essere stata sposata con un boss di camorra, non se n’è accorta nemmeno quando è stato arrestato e stava a Poggioreale, forse pensava che fosse luogo di villeggiatura, né se n’è accorta quando gli sono saltate le braccia. Questa donna è Heidi – dice il consigliere regionale -. La vedova di camorra secondo me sapeva benissimo con chi era sposata”.

Ieri sera la moglie del cantante napoletano ha fatto una diretta su Instagram dove ha attaccato in primis i cantanti napoletani che, a suo dire, stanno in questi giorni “cantando nelle case e nei ristoranti nonostante la pandemia”. Poi se l’è presa con il sindaco di Napoli, Borrelli: “Dove siete? Se era Tony Colombo a cantare era la vergogna di Napoli? Ora nessuno parla”.

Leggi anche: Tina Colombo contro tutti: “Siete la vergogna di Napoli. Mio ex marito? Lo sceglierei altre 30 volte”

Così ieri è arrivata la replica dell’esponente in consiglio regionale: “Posso chiedere alla signora con quali soldi vive, vedova del boss sanguinario Marino, come campa la signora Rispoli? Ho già fatto due esposti alla guardia id finanza, questa signora come è diventata ricca? Se sono i soldi del marito sono soldi luridi, sporchi di sangue. Mentre vi godete con le pacche nell’acqua i soldi sporchi, la gente soffre. Lei oggi si è permessa di fare la guappa, è un messaggio camorristico? La sua diretta andrà in Procura – continua Borrelli -. La gente come lei deve solo abbassare la testa. Voi dovete baciare i piedi ai napoletani perbene perché a causa vostra molta gente è morta e soffre. Mentre voi fate la fashion sul sangue degli innocenti, non si deve permettere di pronunciare il mio nome. Per le donne che si sono arricchite con gli assassini proviamo solo disprezzo. Vigliacchi con i soldi della povera gente: schifosi”.

E poi continua: “il problema nostro è che voi vivete nell’illegalità e fate i vostri affari con i soldi della gente perbene. I mariti si scelgono e lei ha scelto. Puzza di camorra lontano un miglio”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it