Cesa. “Questa mattina abbiamo avuto comunicazione che un alunno della Scuola Media “Bagno” è stato prelevato dai genitori e riportato a casa, perché positivo al Covid19. Immediatamente con l’assessore alla Pubblica Istruzione Cesario Villano ed i funzionari comunali ci siamo attivati, presso la Dirigenza Scolastica, per comprendere cosa fosse accaduto”. Ad annunciarlo è il sindaco Enzo Guida.

Alunno fa il tampone e va a scuola: è positivo

“Dopo aver ricostruito la vicenda, abbiamo deciso, d’intesa con la scuola e con l’Asl, di chiudere la media “Bagno” fino a sabato per provvedere alla sanificazione”.  Questa mattina, un alunno non residente a Cesa che frequenta la media “Bagno”, dopo essere entrato in classe è stato portato via dai genitori, dopo che gli stessi avevano avuto notizia della positività dell’alunno.
“Un comportamento grave – spiega il sindaco – che ha messo a repentaglio la salute di coloro che frequentano la scuola. Un comportamento che viola le attuali norme, secondo cui, chi si sottopone a tampone, deve restare in isolamento fiduciario sino all’esito dello stesso. Per questo motivo abbiamo già notiziato i Carabinieri di Cesa e nelle prossime ore per iscritto comunicheremo quanto avvenuto, affinchè si assumano provvedimenti rispetto a comportamenti incoscienti ed irresponsabili”.

Scuola chiusa

Nel frattempo, dopo una consultazione con il Dipartimento di Prevenzione Collettiva dell’Asl, oltre a sospendere la didattica per i prossimi giorni, venerdì e sabato e provvedere alla sanificazione, tutti coloro che hanno avuto contatti con l’alunno saranno posti in isolamento e, in base al protocollo, sottoposti a tampone.
“Nelle ultime ore – aggiunge il sindaco – il numero dei positivi è salito a 18, con un incremento di 7 unità, un in solo giorno. Abbiamo ricavato questo dato incrociando le notizie ufficiale che ci vengono dall’Asl e quelle riferite dagli stessi cittadini interessati. Tante persone sono in isolamento fiduciario in attesa degli esiti dei tamponi”. “Nelle prossime ore – conclude il sindaco – previa riunione del Centro Operativo Comunale, faremo una valutazione delle misure da adottare, tenendo conto anche dell’avvicinarsi delle festività legata alla celebrazione dei Defunti”.


continua a leggere su Teleclubitalia.it