Si è finto un diplomatico amico di Belén Rodriguez ed è riuscito a vivere quattro giorni a Capri tra barche e hotel di lusso senza pagare.

Finto diplomatico si finge amico di Belen: vacanza di lusso a Capri senza pagare

Marko Pale, trentenne croato che si era presentato come Marco Falco, è stato arrestato per truffa e false attestazioni sulla propria identità, processato per direttissima e condannato a otto mesi per il secondo reato.

Danilo, che a Capri si occupa di noleggio barche, racconta al Corriere che l’uomo aveva millantato un’amicizia con la showgirl e esibito bonifici che mai aveva fatto per poter noleggiare l’imbarcazione a bordo della quale trascorrere le sue vacanze.

I giorni vissuti a scrocco a Capri sono costati 4.500 euro al noleggio barche e addirittura 10.000 all’hotel Scalinatella, prestigioso cinque stelle con vista su Marina Piccola. Marco Falco era arrivato a Capri da Napoli il 22 agosto, facendosi traghettare da una delle barche della società di Danilo. Terminata la corsa, aveva chiesto di pagare gli 800 euro del conto con un bonifico che la società avrebbe incassato il martedì successivo. Era quindi riuscito a farsi accogliere dall’hotel Scalinatella esibendo una fotocopia della sua carta di identità falsificata e ricevute contraffatte di bonifici mai eseguiti.

La truffa

Quando la compagnia di noleggio barche non ha incassato il bonifico del finto Falco, Danilo ha chiesto spiegazioni al “diplomatico”, ottenendo soltanto una telefonata da parte del sedicente direttore della sua banca. “Mi diceva che si trattava di un cliente con un conto dalla cifra importante, che era stato truffato già altre volte e sicuramente c’era stato un problema non imputabile a lui”, racconta ancora Danilo. Intanto, Marko ha proseguito le sue vacanze, accogliendo a bordo dello yacht noleggiato una serie di amici.

L’incontro con Belén

I giorni passano, ma alla società di Danilo non viene ancora saldato il conto. L’incontro con Belén apre gli occhi a Danilo. E’ il 30 agosto quando Danilo traghetta a bordo la showgirl per accompagnarla a un evento e quel punto le chiede se per caso conosce il diplomatico che afferma di essere suo amico. “Mai sentito”, risponde la Belèn. Danilo decide quindi di richiamare Falco, il cui telefono risulta spento, e il giorno dopo si rivolge ai carabinieri di Capri che arrestano il croato per truffa e false attestazioni sulla propria identità. Processato per direttissima, è stato condannato a 8 mesi per il secondo reato e ha fatto perdere le sue tracce.

La nota del legale della showgirl

Belén ha commentato la vicenda affidando una nota al suo legale: “Premetto subito che la mia assistita non ha mai conosciuto il soggetto in questione e, per quanto la lusinga il fatto che il suo nome possa essere speso come una “carta di credito”, dopo aver letto il fatto di cronaca le è venuto in mente il detto “il diavolo è nei dettagli”, ed ha pensato che, probabilmente, agendo con la dovuta avvedutezza, sarebbe stato facile smascherare il truffatore e forse senza neanche essere un provetto investigatore”.

 

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it