Una vicenda surreale quella accaduta sul litorale toscano ai tempi del coronavirus. Una mamma ha invitato alcune turiste presenti in spiaggia a mantenere la distanza per il figlio trapiantato, ma è stata brutalmente aggredita.

Toscana, chiede distanza per il figlio trapiantato: aggredita da due turiste

L’aggressione si è consumata sulla costa appanna nella mattinata di ieri. Secondo la procedura anti-covid, la donna aveva chiesto a due bagnanti di allontanarsi per scongiurare rischi di trasmissione del virus al figlioletto, reduce da un intervento recente di trapianto.

Secondo quanto riporta Il Tirreno le turiste hanno aggredito la mamma affermando: «Il Covid non esiste: niente distanze. Se tuo figlio è malato tienitelo in casa». Vedendo la signora in difficoltà alcuni presenti sono intervenuti per aiutarla. Pare che le donne volessero spostarsi all’ombra vicino alla donna con il suo bambino, a quel punto però la mamma ha chiesto che venissero mantenute le distanze, spiegando che il figlio aveva subito un trapianto ed era un soggetto fragile, ma le turiste sono andate su tutte le furie aggredendola.



continua a leggere su Teleclubitalia.it