Sant’Antimo, mascherine anti-virus vendute da una cartoleria: sigilli all’attività

Sant’Antimo, mascherine anti-virus vendute da una cartoleria: sigilli all’attività

Cartoleria chiusa a Sant’Antimo: vendeva mascherine di dubbia provenienza. A mettere a segno l’operazione gli agenti della Polizia Municipale diretti dal comandante colonnello Antonio Piricelli.

Sant’Antimo, scoperta cartoleria che vendeva mascherine: chiusa attività

Anche a Sant’Antimo le forze dell’ordine sono impegnate nel garantire il rispetto delle norme anti-virus. La Polizia Locale sta effettuando controlli su tutto il territorio con vari interventi per evitare gli assembramenti di persone e garantire le distanze.

Nella centrale Via Trieste e Trento, durante i controlli alle attività commerciali, i caschi bianchi hanno scoperto che un’attività di cartoleria vendeva mascherine di dubbia provenienza nei celofan delle Poste Italiane. Immediatamente, a tutela della salute dei cittadini, ii vigili hanno posto sotto sequestro di Polizia Giudiziaria un ingente quantitativo di mascherine. Gli agenti hanno poi chiuso  l’attività promiscua svolta senza le dovute autorizzazioni. Elavata una sanzione di 5mila euro alla titolare, a sua volta denunciata.



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.