Da Giugliano a Teramo per assalire una banca: condannati e scarcerati due giuglianesi

Da Giugliano a Teramo per assalire una banca: condannati e scarcerati due giuglianesi

Da Giugliano a Teramo per assalire una banca: condannati e scarcerati due giuglianesi. Erano stati arrestati in flagranza di reato lo scorso maggio a Morro D’Oro, provincia di Teramo. Si tratta di Auricchio Antonio 33enne, difeso dall’avvocato Luigi Poziello, e Pennacchio Gianluca 26enne difeso dall’avvocato Alessandro Caserta, mentre stavano tentando l’irruzione nella Banca Intesa San Paolo.

Da Giugliano a Teramo per assalire una banca: condannati e scarcerati due giuglianesi

I due, con l’ausilio di una scala, erano saliti sul tetto dell’istituto di credito e con arnesi da scasso ed attrezzature sofisticate avevano un vetro antiproiettile, nel cuore della notte. Grazie ad una segnalazione, le forze dell’ordine li arrestarono e li accompagnarono nel carcere di Teramo. All’esito della direttissima, Auricchio Antonio fu condannato a 2 anni di reclusione e Pennacchio Gianluca a 2 anni e 4 mesi.

La decisione

I difensori, ottenuti gli arresti domiciliari, hanno impugnato la sentenza innanzi alla Corte di Appello di L’Aquila, che ha concesso un notevole sconto di pena: un anno e quattro mesi con la pena sospesa per Auricchio Antonio ed un anno ed otto mesi per Pennacchio Gianluca, in quanto recidivo. Rimesso immediatamente in libertà Auricchio. Pennacchio, invece, resta in carcere per un altro reato commesso lo scorso Agosto.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.