droga arresti

Santa Maria Capua Vetere. Market della droga in casa, arrestati marito e moglie. Si tratta di Mario Merola e Immacolata Desiderio, 55 anni lui e 47 lei, finiti in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti.

Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Caserta e del Commissariato di P.S. di S. Maria Capua Vetere, coadiuvati da unità cinofile della G. di F. di Aversa con gli ormai famosi cani antidroga “Delios” e “Bolt” hanno eseguito le ordinanze di custodia cautelare.

inlineadv

Le indagini

Le indagini hanno portato alla luce come i due avessero adibito a vera e propria “base di spaccio” la loro abitazione, sita nel rione IACP, dove la coppia occultava sostanze stupefacenti per poi venderle “al dettaglio”.

Alla vista degli agenti, su ordine del marito, la donna ha tentato invano di chiudersi in bagno. I poliziotti, tuttavia, sono riusciti a bloccarla e a farsi consegnare due bustine di cellophane trasparenti, contenenti dosi già confezionate di “cocaina”, chiuse da scotch arancione, e la somma di danaro di € 625 in banconote di vario taglio.

Lo stupefacente scoperto e sequestrato

Insospettiti dall’atteggiamento collaborativo dei due, gli agenti hanno eseguito un ispezione all’interno dell’appartamento e hanno rinvenuto un borsello contenente altre due bustine di cellophane trasparenti, nelle quali vi era sostanza bianco/gialla in pietre, e altre dosi di cocaina già confezionate e chiuse con il medesimo scotch arancione e  la somma di € 1700, in banconote di vario taglio.

Trovati anche due bilancini di precisione perfettamente funzionanti e una macchinetta per la chiusura delle dosi, con sopra innestato un rotolo di scotch di colore arancione (perfettamente identico a quello utilizzato per confezionare le dosi) e altri due rotoli di riserva dello stesso colore.

All’interno del bagno, dove la donna aveva tentato di rifugiarsi, i poliziotti hanno rinvenuto due “vani artigianali”, entrambi vuoti: si trattava di due mattonelle rimovibili, collocate una sotto la vasca da bagno e l’altra tra il bidet e il water, che celavano un’intercapedine utile ad occultare lo stupefacente.

Gli agenti hanno scoperto anche  ben 25 stecche di sigarette di varie marche, ritenute “di contrabbando” in quanto prive di bollino del Monopolio di Stato. Le successive verifiche sulla sostanza rinvenuta, effettuate dalla locale Polizia Scientifica, hanno permesso di qualificare il tutto come “cocaina” per un peso complessivo di circa 25 grammi.

L’arresto

I poliziotti hanno così arrestato Mario Merola e Immacolata Desiderio e, come disposto dal Pubblico Ministero di Turno, sono stati accompagnati rispettivamente presso le Case Circondariali di Santa Maria Capua Vetere e Pozzuoli.

related