Cascina, la triste storia di Irene: morta travolta dal treno. A vegliarla per sette ore il suo cane

Cascina, la triste storia di Irene: morta travolta dal treno. A vegliarla per sette ore il suo cane

Una storia struggente e triste quella di Irene Ferraris, la 33enne travolta da un treno alla stazione di San Frediano, a Cascina, in provincia di Pisa, mentre attraversava i binari. La ragazza è stata sette ore agonizzante sulla strada ferrata prima dell’arrivo dei soccorsi. A vegliare su di lei il suo cane, un cooker, uscito dall’illeso dall’investimento. L’animale è stato accanto alla sua padroncina fino a che non è stata individuata e trasportata in ospedale. Purtroppo per Irene Ferraris non c’è stato nulla da fare, la donna è morta al pronto soccorso, ma è stato possibile riconoscerla proprio grazie al microchip del suo cagnolino.

Secondo quanto riporta la Nazione, i soccorritori hanno trovato il cocker accanto al corpo della padrona. «Non faceva avvicinare nessuno, la proteggeva», riferiscono i testimoni. La donna, nata a Spoleto, viveva nella comunità del “Popolo degli elfi”, in provincia di Pistoia. È arrivata in ospedale, il Cisanello di Pisa, in condizioni ormai gravissime e per i medici c’è stato ben poco da fare. Secondo le prime ricostruzioni, pare che la donna non abbia sentito il fischio del treno e non si sia accorta di quello che stava succedendo. Il cane adesso è stato affidato a un canile, in attesa di contattare la famiglia della vittima.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.