Lite per gelosia nel Napoletano, ucraino spacca la testa a romeno

Lite per gelosia nel Napoletano, ucraino spacca la testa a romeno

Sabato sera gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Torre Annunziata al termine di una serrata indagine relativa ad una aggressione subita da un cittadino rumeno, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria un cittadino ucraino,  42enne, senza fissa dimora e con pregiudizi di polizia, per tentato omicidio aggravato.

I fatti sono avvenuti nella mattinata del 14 settembre, quando una volante è stata allertata dalla sala operativa ,segnalando una persona riversa a terra e con varie ferite al capo, in via Gasometro. Gli agenti hanno subito avvisato il 118, che ha provveduto a trasportare il ferito presso l’ospedale della zona.

Dopo una serrata e decisa attività info-investigativa, i poliziotti sono riusciti ad individuare e bloccare il 42 ucraino nei pressi di uno stabilimento balneare. Quanto raccolto dagli agenti, la causa dell’aggressione consisterebbe in  motivi di gelosia. Infatti il cittadino rumeno al momento dell’aggressione era in compagnia della fidanzata del 42enne ucraino. Di lì a poco, l’uomo in preda all’ira si è scagliato violentemente contro il cittadino rumeno con un tubo di ferro procurandogli una frattura del cranio.

E’ stato necessario  un intervento chirurgico e tuttora  il cittadino rumeno è ancora in  prognosi riservata. Il cittadino ucraino è stato condottopresso la Casa Circondariale  di Poggioreale.

 

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.