Terracina, morto il bimbo rimasto incastrato in un macchinario

Terracina, morto il bimbo rimasto incastrato in un macchinario

TERRACINA. Non ce l’ha fatta il piccolo Iosif, il bambino che ieri pomeriggio è rimasto incastrato con le braccia nel nastro trasportatore di una cooperativa agricola di Terracina. A riportare la notizia il messaggero.

Il bimbo di soli 4 anni è deceduto al Policlinico Gemelli di Roma dove era stato trasportato in eliambulanza ieri pomeriggio. Le sue condizioni erano apparse gravi sin dal primo momento. Il personale del 118 aveva tentato di rianimarlo ma il piccolo aveva perso i sensi e per due volte è andato in arresto cardiaco. Poi sono riusciti a stabilizzarlo e a farlo salire sull’eliambulanza diretta nella Capitale. Purtroppo la speranza è durata solo poche ore, questa mattina il piccolo è deceduto.

La dinamica dell’incidente avvenuto nell’azienda agricola al confine con San Felice Circeo è in fase di ricostruzione da parte dei carabinieri, ma è atroce: sembra che il bimbo stesse giocando nei pressi del nastro trasportatore utilizzato per il lavaggio degli ortaggi quando le sue piccole braccia sono rimaste incastrate negli ingranaggi del macchinario. Un trauma devastante per il piccolo Iosif che poche ore dopo è spirato.

Incidente in un’azienda agricola: bimbo in prognosi riservata. Sequestrato l’impianto. Il bambino, parente dei titolari dell’azienda, è rimasto incastrato accidentalmente in un macchinario ed è stato trascinato dal nastro trasportatore di un impianto utilizzato per il lavaggio degli ortaggi.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.