Napoli, scattano i sigilli al “Ciottolo”

Napoli, scattano i sigilli al “Ciottolo”

“I sigilli all’esterno de Il Ciottolo, con conseguente sequestro dell’area dove per troppo tempo sono stati compiuti svariati abusi riscontrati dalla Polizia municipale, riportano la legalità in una zona che sembrava essere diventata una sorta di zona franca dove tutto era possibile, anche occupare la pista ciclabile e parte della carreggiata destinata alle auto con tavolini, piante e altro”.

Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il consigliere comunale del Sole che ride di Napoli, Marco Gaudini. Borrelli proprio nei pressi del Ciottolo, fu aggredito da uno dei parcheggiatori abusivi che ‘controllano’ la zona e da una persona qualificatasi come proprietario del Ciottolo, mentre filmava il caos che si crea ogni sera per la presenza dei parcheggiatori abusivi che fanno parcheggiare un po’ ovunque imponendo il ‘pizzo’ a quanti si fermano a comprare qualcosa in quel locale.

“La nostra battaglia contro i parcheggiatori abusivi, così come quella contro i locali che occupano spazi pubblici senza avere le necessarie autorizzazioni, è una battaglia di legalità e ci auguriamo che ora i responsabili de Il Ciottolo si adeguino al più presto alle normative e ripartano con la loro attività nel pieno rispetto delle regole e delle leggi” hanno aggiunto Borrelli e Gaudini sottolineando che “proprio in questi giorni, nel locale erano apparsi cartelli che evidenziavano l’estraneità dei parcheggiatori abusivi che operano su via Marina, un tentativo di ripristinare un minimo di legalità da cui ripartire che abbiamo apprezzato”.

Tags

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.