Caserta, abbandonato alla stazione dai suoi caporali: 38enne morto dopo 10 giorni di agonia

Caserta, abbandonato alla stazione dai suoi caporali: 38enne morto dopo 10 giorni di agonia

Era stato abbandonato dai suoi aguzzini nel piazzale della stazione di Caserta, denutrito e disidratato, il 5 luglio scorso. Sing, cittadino indiano di 38 anni, era stato soccorso da un’associazione molto attiva sul territorio, Gli angeli degli Ultimi, che si occupa di aiutare tutti quelli che si trovano in stato di bisogno e che soprattutto vivono per strada.

Il 38enne era stato portato all’ospedale di Maddaloni per rifocillarsi, ma purtroppo è morto dopo 10 giorni di agonia. Era uno delle migliaia di schiavi che vengono sfruttati nei campi di pomodori tra Villa Literno e Castel Volturno.

Furono proprio i volontari dell’associazione a soccorrerlo e a prendersi cura di lui, riuscendo a trovargli un posto all’ospedale di Maddaloni. Purtroppo però le sue condizioni erano già disperati e, dopo aver lottato come un leone, il suo cuore ha purtroppo smesso di battere. I suoi caporali sono però stati identificati ed arrestati.

 

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.