Napoli, ancora violenza in ospedale: picchiato infermiere del San Giovanni Bosco

Napoli, ancora violenza in ospedale: picchiato infermiere del San Giovanni Bosco

Ancora violenza in ospedale a Napoli, questa volta al San Giovanni Bosco. Stamattina infatti, intorno alle 10, un infermiere è stato minacciato verbalmente e preso a schiaffi. Si tratta di un 30enne che stava eseguendo gli ordine del medico ed effettuando una terapia per contrastare dei dolori addominali.

Poco prima delle minacce e di passare poi all’azione, il paziente aveva vomitato sul pavimento della struttura ospedaliera e i suoi parenti avevano chiesto dei tovaglioli per pulire ma, non avendoli a disposizione in quel momento, il giovane infermiere gli aveva procurato un lenzuolo. Ma il contrattempo non era andato giù ai parenti del paziente che hanno quindi cominciato ad aggredirlo verbalmente, urlandogli che l’avrebbero aspettato all’esterno del pronto soccorso, per poi prenderlo a schiaffi.

L’infermiere non ha reagito, ma comunque ha subito una forte contusione al volto refertata con 10 giorni di prognosi e solo l’intervento di alcuni carabinieri presenti nel pronto soccorso per altri motivi ha impedito che la violenza degenerasse. I militari hanno identificato l’aggressore, che è stato regolarmente denunciato dalla vittima. Non è purtroppo il primo episodio di violenza contro i sanitari, né al San Giovanni Bosco né, purtroppo, negli ospedali napoletani in genere, e i sindacati chiedono a gran voce maggiore protezione.

 

Tags

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.