Giugliano, monumento storico abbandonato tra i rifiuti: recuperato e collocato al Comune

Giugliano, monumento storico abbandonato tra i rifiuti: recuperato e collocato al Comune

GIUGLIANO. Ara funeraria del I secolo recuperata e collocata in Municipio. Era la tomba di un facoltoso liberto. Ha il peso di oltre due tonnellate ed è realizzata in un pregiato marmo proveniente dall’Asia Minore. Trovata da qualche parte nelle campagne e secoli fa collocata in un palazzo del centro storico, in Via Cumana.

GUARDA QUI IL VIDEO: Giugliano, ritrovato monumento storico abbandonato tra i rifiuti

Qui era stata abbandonata, insieme al palazzo che la ospitava. In uno stato di totale degrado, danneggiata ed addirittura ricoperta di scritte. Alcuni cittadini ne segnalarono la presenza al Comune che, a sua volta, interessó la Sovrintendenza archeologica, che ne ha disposto la traslazione al Municipio, dov’è stata collocata stamattina.

Nelle prossime settimane saranno eseguiti lavori di restauro in loco. L’ara resterà in esposizione nella casa comunale, dove sono stati adottati particolari misure di controllo e sorveglianza.
A coordinare l’intervento la dottoressa Maria Luisa Tardugno, della Sovrintendenza, l’Architetto Filippo Frippa, Dirigente del Comune di Giugliano, ed il Presidente della IV Commissione Consiliare, l’Architetto Francesco Iovinella.

“È un pezzo di storia che salviamo e che restituiamo alla città – spiega il Sindaco, Antonio Poziello-. Chiunque potrà ammirarlo all’interno della casa comunale, insieme alle altre opere che vi sono custodite”.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.