Voragine Secondigliano, 21 anni dopo la rabbia dei parenti

Voragine Secondigliano, 21 anni dopo la rabbia dei parenti

Napoli “Oggi, oltre alle undici vittime di un giorno terribile, ricordiamo lo squallore di questo quadrivio, il modo in cui non è stata rispettata la loro memoria”. Commozione e rabbia tra i familiari delle vittime della voragine di Secondigliano. Stamattina si sono riuniti in una cerimonia di commemorazione all’interno della cappellina lungo via Limitone di Arzano, dedicata a chi il 23 gennaio 1996 qui perse la vita.

Il cedimento di un tunnel in costruzione e lo scoppio della condotta del gas aprì una voragine al centro del quadrivio che ingoiò persone e palazzi. La zona resta nell’abbandono nonostante numerose promesse ed appelli. I risarcimenti, inoltre, sono ancora fermi. Sul posto questa mattina anche il vicesindaco del Comune di Napoli, Raffaele Del Giudice.

IL VIDEO: