Violenza sessuale nei campi del Casertano, arrestato romeno

Violenza sessuale nei campi del Casertano, arrestato romeno

E’ stato estradato dalla Romania e ricondotto in Italia Mihaila Viorel, cl. ’76, nei confronti del quale era stato eseguito dalle autorità romene un mandato di arresto europeo emesso lo scorso gennaio dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere poiché ritenuto responsabile di violenza sessuale aggravata nei confronti di una ragazza romena di 26 anni.

Il 28 giugno 2016, secondo le indagini, l’arrestato aveva condotto la vittima in un terreno agricolo di Francolise (in provincia di Caserta) dove avrebbero dovuto essere impegnati nella raccolta di ciliegie e approfittando di trovarsi in un luogo isolato, tale da rendere vano qualsiasi tentativo di difesa, aveva abusato sessualmente della ragazza, costringendola ad effettuare prestazioni sessuali.

Le indagini, delegate ai Carabinieri della Stazione di Villa Literno nel mese di luglio 2016, hanno avuto origine dalla denuncia della vittima hanno consentito di acquisire a carico del Viorel gravi indizi di colpevolezza in ordine all’episodio contestato con la conseguente emissione, da parte del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della locale Procura della Repubblica, di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Le investigazioni poste in essere dai Carabinieri di Villa Literno anche con attività tecnica. per la cattura del Viorel, resosi nel frattempo latitante, hanno permesso di rintracciarlo in Romania dove, grazie alla cooperazione con l’Interpol di Roma, è stato individuato e catturato in esecuzione del mandato di arresto europeo. Viorel, giunto oggi all’aeroporto di Fiumicino, è stato prelevato dai Carabinieri di Villa Literno e condotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.