Vincenzo stava portando le pizze, ucciso da uno scooter contromano

Vincenzo stava portando le pizze, ucciso da uno scooter contromano

Giugliano. Emergono dettagli inquietanti sulla morte di Vincenzo Lanza, il ragazzo di 18 anni deceduto ieri a seguito di un drammatico impatto in via Romagnosi (LEGGI), traversa che collega via Giardini a via Colonne, non lontano dal commissariato di Polizia. Nel momento dell’incidente, Vincenzo viaggiava a bordo di un Liberty Piaggio 50. Aveva appena consegnato delle pizze in via Giardini e stava facendo rientro alla pizzeria Divina, noto locale di via Colonne presso il quale lavorava come portapizze.

Mentre percorreva via Romagnosi, verso le 13 e 30, uno scooter contromano, un SH 300, gli si è schiantato contro. Vincenzo è sbalzato dal motorino e, nonostante avesse un casco, ha sbattuto la testa contro l’asfalto. L’impatto è stato fatale. Immediatamente trasportato all’ospedale, il 18enne è stato sottoposto a tre interventi d’urgenza, ma per lui non c’è stato niente da fare. Il trauma cranico lo ha ucciso dopo 3 giorni di coma.

Vincenzo abitava nella GB Futura, lascia tre fratelli e due genitori. E’ ricordato da tutti come un ragazzo solare e affidabile che aveva voglia di lavorare. Domani sarebbe stato il suo compleanno: avrebbe compiuto 19 anni. Tantissimi gli amici e i conoscenti che in questo momento stanno scrivendo frasi di cordoglio sulla bacheca Facebook del giovane giuglianese. Sui fatti indaga la Polizia Municipale di Giugliano, che dovrà ricostruire con esattezza la dinamica del tragico incidente. La salma del ragazzo è stata sequestrata dalla Procura per l’esame autoptico. La pizzeria dove lavorava Vincenzo oggi è chiusa per lutto.

Facebook