“Vado a prendere mia figlia in palestra”, gli ultimi attimi di vita del papà della miss

“Vado a prendere mia figlia in palestra”, gli ultimi attimi di vita del papà della miss

Giugliano. Stava andando in palestra a prendere una delle figlie. Ma non ci è mai arrivato. Massimo Sorrentino è deceduto schiantandosi a bordo del suo scooter contro una Lancia Y, guidata da un ragazzo di Giugliano che stava andando a giocare a calcetto con gli amici.

Nel quatiere di Casacelle si respira un’atmosfera surreale. Amici, conoscenti e vicini della famiglia sono sconvolti dopo l’incidente in scooter nel quale ieri sera ha perso la vita Massimo Sorrentino, 50enne da pochi giorni, impiegato in un casello autostradale e padre di 4 figli. L’uomo, che aveva festeggiato ad agosto il suo 50esimo compleanno, solo poche settimane fa si diceva orgogliosissimo della figlia maggiore, Giuseppina detta Jo, appena 19enne, che andava a rappresentare la bellezza campana a Miss Italia. In poche settimane si è passati però dalla gioia allo sgomento.

Increduli soprattutto gli amici del bar di fronte casa, con i quali si fermava spesso a chiacchierare quando ogni sera portava a spasso il suo cagnolino. Il 50enne era stato con loro anche ieri sera, per poi allontanarsi. “Vado in palestra per andare a prendere mia figlia“, aveva detto. Lì, però, l’uomo non è mai arrivato, andando a scontrarsi contro un’auto all’altezza del palazzetto dello sport che procedeva in direzione di marcia opposta alla sua.

Nel parco G.B. Casa, dove vive la famiglia, in pochi preferiscono commentare la tragedia. Adesso, in attesa dell’ultimo saluto, in molti si sono stretti attorno alla famiglia per aiutarla a superare la tremenda tragedia. “Non ci sono parole per quanto accaduto”, dicono i conoscenti.