Uccide la vicina a coltellate: “Il suo pappagallo mi insultava”

Uccide la vicina a coltellate: “Il suo pappagallo mi insultava”

“Il tuo pappagallo mi dice parolacce e mi insulta ogni volta”. Sarebbe questo il motivo che ha fatto scattare la furia omicida di Ignazio Frailis  46 anni di Capoterra. L’uomo ha atteso la sua vicina, Maria Bonaria Contu, di 60 anni, nel parco in cui andava a fare jogging e l’ha uccisa con undici coltellate ferendo anche una sua amica. Una ferocia incredibile quella scatenata del Frailis, 46 anni, una rabbia che non ha lasciato scampo alla donna. Arrestato per omicidio volontario, davanti al pm si è avvalso della facoltà di non rispondere ed è stato trasferito nel carcere di Uta (Cagliari).

L’uomo l’ha colpita ripetutamente, nonostante la vittima cercasse di fuggire. Un’amica ha cercato di difenderla, ma è stata anche lei ferita di striscio. Sul posto, chiamati dalle amiche, sono arrivati i medici del 118 e i carabinieri, ma per Maria Bonaria Contu non c’era più nulla da fare.

Frailis è stato rintracciato poco più tardi dai carabinieri ed è stato arrestato. Chi conosceva Frailis lo descrive con una persona facile al litigio. Posizione contrapposta rispetto ai familiari. “E’ una persona buona – dice lo zio Dario Serra con il quale viveva – si prendeva cura dei cani e dei gatti, ogni giorno andava a passeggiare al parco. Non ha mai fatto del male a nessuno”.

fonte: Tiscali.it