Tumori infantili in Campania, i dati: “No emergenza, numeri in media con resto d’Italia”

Tumori infantili in Campania, i dati: “No emergenza, numeri in media con resto d’Italia”

Tumori ai bambini in Campania, arrivano i dati della prima indagine del registro tumori infantile relativa al quinquennio 2008-2012 che ha riguardato i residenti campani di età compresa tra 0 e 19 anni, con particolare attenzione ai comuni della Terra dei fuochi. A presentare i dati il governatore Vincenzo De Luca con il consigliere per la sanità, Enrico Coscioni. L’analisi dell’incidenza oncologica della popolazione infantile nella zona della Terra dei Fuochi “ha evidenziato tassi d’incidenza in linea con i dati nazionali e con il resto dei Comuni Campani non inclusi nell’area”.

Lo riferisce lo studio dell’Ospedale Santobono di Napoli che ha curato la compilazione del Registro tumori infantili in Campania. I dati si riferiscono al quinquennio 2008-2012 e emergono dalle analisi condotte nei 90 Comuni riconosciuti dalle direttive ministeriali come facente parte della Terra dei Fuochi. “Anche i dati di mortalità per causa oncologica non hanno evidenziato differenze significative rispetto ai dati nazionali e regionali”, aggiunge la relazione del Santobono. Sono state acquisite e studiate 2 milioni e 600mila schede di dimissioni ospedaliere, 140mila referti e oltre 2mila schede di decesso.

Ecco nel dettaglio i dati riportati da Il Mattino: in particolare per la fascia di età 0-14 anni, per l’insieme di tutti i tumori maligni il tasso di incidenza risulta essere di 163,9 casi per milione/anno. L’incidenza oncologica registrata in questa fascia è pari al 3 per cento (inferiore al dato nazionale con uno scostamento di 5 casi all’anno e dunque giudicato «statisticamente non significativo»). Per la fascia 15-19 anni, l’incidenza oncologica registrata è di 293 casi per milione/anno, ovvero del 6 per cento più elevata rispetto al dato nazionale (6 casi in più all’anno) ma tale scostamento viene giudicato «non statisticamente significativo». In questa fascia solo per i carcinomi della tiroide si registra un significativo eccesso di casi (7 in più all’anno) ma senza differenze significative nella distribuzione territoriale.

“il 71% della popolazione campana è monitorata per quanto riguarda le patologie tumorali, – ha detto il governatore De Luca – ed entro l’anno saremo la prima regione d’Italia col 100% di copertura. Dunque possiamo lanciare un messaggi di serenità ai cittadini”.

L’INTERVISTA AL PRESIDENTE DE LUCA: