Tragedia ad Avellino, Pina Accomando si sente male e muore sotto gli occhi degli amici

Tragedia ad Avellino, Pina Accomando si sente male e muore sotto gli occhi degli amici

Una giornata di spensieratezza si trasforma in tragedia. Una donna 63enne, Pina Accomando, ha accusato un malore all’interno dell’area balneabile del Country Sport di contrada Scrofeta ad Avellino ed è morta.

Lo staff della struttura sportiva ha provveduto subito ad intervenire prestando le prime urgenti cure alla signora. Un medico presente tra i bagnanti ha tentato di rianimare la donna. Fasi concitate in attesa dell’arrivo dei sanitari del 118. L’arresto cardio circolatorio è stato micidiale per la donna che stava trascorrendo una giornata in piscina insieme ad un gruppo di amici.

Pina Accomando, 63 anni, coniugata e madre di due figli, abitava alla Via Capozzi di Avellino: era arrivata presto presso il centro sportivo Country della frazione Picarelli, intorno alle 9. Una immersione in piscina, poi si era adagiata su una sdraio. La signora Accomando ha accusato un dolore al petto, ha chiesto aiuto, subito è accorso un medico che si trovava come tanti altri clienti all’interno del Country Sport.

Nessuno sa dire se sia stato utilizzato un defibrillatore o altra apparecchiatura utile per aiutare la donna. Nonostante i tentativi di rianimare la donna, anche da parte del personale del 118 immediatamente giunto con una ambulanza, non è stato possibile strappare la 63enne alla morte.

La tragedia si è consumata sotto gli occhi di centinaia di persone, mentre veniva diffusa la musica da Radio Punto Nuovo che, attraverso le sue frequenze, trasmetteva e raccontava via radio la giornata e le attività che si svolgevano nella struttura sportiva.