Tracce della prima prova, esame maturità 2017: quali escono?

Tracce della prima prova, esame maturità 2017: quali escono?

Mancano meno di 12 ore. Il 21 giugno si parte con la prima prova d’italiano. Quali sono le tracce? A che ora usciranno? E’ possibile saperle in anticipo quali saranno dal MIUR?

Prima prova esame maturità: argomenti gettonati

Vediamo di fare ordine. Le tracce da svolgere riguarderanno quattro tipologie diverse di testo: analisi del testo, saggio breve o articolo di giornale, tema di attualità o tema storico. In questi giorni si parla molto dei possibili argomenti della prima prova.

Tra i più gettonati per l’analisi del testo c’è lui: Luigi Pirandello. A suggerire l’ipotesi dello scrittore e drammaturgo siciliano la ricorrenza del 150esimo anniversario dalla data della sua nascita. A tenergli testa, secondo i sondaggi, soltanto Giuseppe Ungaretti ed Eugenio Montale, anche se entrambi i poeti sono usciti in passato (Ungaretti nel 2006 e 2011, Montale nel 2004, 2008 e 2012). Saranno queste le tracce di quest’esame di maturità?

Tra i temi d’attualità, invece, il 60esimo anniversario dalla firma dei Trattati di Roma, in un momento storico difficile per l’Unione Europea. Gettonati, anche se mai usciti negli ultimi anni, argomenti come la guerra il Siria, le stragi di mafia di Falcone e Borsellino, nel 25esimo anniversario dalla morte di entrambi i magistrati, e il terrorismo internazionale.

Per il saggio breve quotato è Dario Fo. Per sapere con certezza quali tracce usciranno bisognerà però aspettare la pubblicazione ufficiale sul sito del MIUR, che dovrebbe arrivare poco dopo le 8 del mattino in contemporeanea in tutta Italia.

Seconda prova esame di maturità: matematica e latino

La seconda prova si svolgerà il giorno seguente, giovedì 22 giugno, e si differenzierà in base ai corsi di studio seguiti. Classica prova di matematica per gli studenti del liceo Scientifico, mentre gli studenti del Classico dovranno affrontare la versione di latino (di solito preferita a quella di greco, considerata più ostica).

Terza prova e orali

Il ciclo delle prove scritte si chiude poi il 26 giugno per tutti gli istituti con la terza prova, che prevede domande a risposta aperta sulle altre materie d’esame. Anche in questo caso le domande si differenziano in base all’indirizzo di studio e in base alle scelte della commissione. Dalla settimana successiva inizieranno gli orali, nell’ordine determinato dall’estrazione fatto da ciascuna classe nel modo stabilito da ciascun istituto. Intanto il Miur lancia un appello via Twitter: “Ripassare, ripassare, ripassare”.