Tiziana Cantone, telefonata prima della morte. È giallo

Tiziana Cantone, telefonata prima della morte. È giallo

La trasmissione di Rai Tre Chi l’ha visto continua a trattare il caso Cantone. Nella puntata del 9 novembre sono emerse nuove informazioni. La prima è che Tiziana Cantone, la 31enne di Mugnano,  la mattina del 13 settembre si era recata dall’ex fidanzato Michele per cercare aiuto. Era turbata per i soldi che avrebbe dovuto pagare in seguito alla sentenza che la vedeva perdente nei confronti dei colossi del web.

La telefonata. La seconda novità è che Tiziana prima di compiere il gesto estremo, avrebbe parlato a telefono con qualcuno. Ora è giallo sull’identità dell’interlocutore. Chi era? E soprattutto cosa si saranno detti? Tanti gli interrogativi in questa storia, che a distanza di tempo continua a far parlare per i risvolti misteriosi sui quali gli investigatori hanno incentrato le loro indagini.

L’iniziativa e l’hashtag. Il caso di Tiziana è diventato anche spunto per dire basta alla violenza, fisica e psicologica, sulle donne. Il comune di Costa Volpino ha deciso di distribuire ai commercianti e per le vie del paese un manifesto con una scritta forte: ” Stai leggendo questo manifesto? #bravoh, parafrasando il tormentone che a suon di click ha portato Tiziana alla distruzione dopo che le immagini di un video hot avevano fatto il giro della rete.

Lo slogan. Il manifesto si conclude con uno slogan: “Prima di postare video e immagini che riguardano la tua sfera personale… ricorda che il web può uccidere”.