Tiziana Cantone, la mamma choc: “Costretta a fare video dal fidanzato”

Tiziana Cantone, la mamma choc: “Costretta a fare video dal fidanzato”

Mugnano. E’ un fiume in piena Maria Teresa Giglio, la mamma di Tiziana Cantone, la 31enne morta suicida l’altro ieri pomeriggio nella cantina della sua abitazione. In un articolo apparso oggi su Il Mattino, la madre della ragazza punta il dito contro Sergio Di Palo, l’ex fidanzato della figlia, che avrebbe spinto Tiziana a girare quei video hot, e con cui aveva convissuto nella stessa casa diversi mesi.

“Alcol, perversioni sessuali? È stata plagiata dal suo ex fidanzato. Mia figlia era fragile. -ha dichiarato la donna al Mattino -. Non aveva mai accettato di essere stata abbandonata dal padre. È per queste ragioni che quei ragazzi, in appena un anno, l’hanno condotta alla morte. Anche se in quella cantina dove si è tolta la vita Tiziana era da sola, moralmente, a tirarle il cappio intorno al collo sono stati l’ex fidanzato e quelli che ne hanno approfittato”

Il passaggio drammatico sarebbe avvenuto prima delle vacanze natalizie: “Una notte Tiziana bussò a casa. Era ubriaca, sconvolta come non mai. Mi chiese di dormire da noi. Mi disse tra le lacrime che aveva litigato con il suo fidanzato. Mi raccontò che avevano fatto alcuni giochetti, e che tutto era stato ripreso con una videocamera o un telefonino. I video erano finiti in rete: subito erano diventati virali”. E ancora: “Tiziana – racconta la madre – mi confidò che il fidanzato l’aveva costretta a girare questi video con altri partner in più occasioni, perché provava piacere. L’unica concessione, consisteva nel fatto che Tiziana potesse scegliere il partner. Insomma – si dispera la donna – quest’uomo provava piacere a sapere mia figlia con un altro, e provava piacere nel guardare i video. Lui sapeva tutto”.

LEGGI ANCHE:

Gli amici di scuola: “Prima di quei video Tiziana era così”