Terrore a Napoli, il “branco” sequestra una ragazza e prova a stuprarla

Terrore a Napoli, il “branco” sequestra una ragazza e prova a stuprarla

Napoli. Attimi di follia nella notte tra lunedì e martedì a Napoli. Così come riporta Cronachedellacampania.it, due ragazze del quartiere di Ponticelli sono state vittima di un tentativo di stupro da parte del branco. Le giovani, una appena maggiorenne, e l’altra minorenne, stavano passeggiando in piazza Giovanni Leone, a pochi passi da Castel Capuano, quando sono state avvicinate da un gruppetto di quattro ragazzi.

Prima sono partiti i complimenti, qualche scambio di battute. Poi gli eventi hanno preso una brutta piega. I quattro hanno strattonato e trascinato le ragazze in un vicolo. La maggiorenne è riuscita a divincolarsi e a scappare. L’amica, la minorenne, è stata invece portata in un basso. Mentre uno dei quattro malviventi faceva da palo, gli altri tre si sono spogliati e hanno cominciato a malmenare e palpeggiare la povera vittima nel tentativo di immobilizzarla.

Per fortuna i malviventi non hanno fatto in tempo a consumare lo stupro di gruppo. La maggiorenne scappata ha allertato una pattuglia di passaggio della Polizia di Stato. Alla vista degli agenti, i tre hanno raccolto i vestiti e sono scappati a gambe levate. La ragazza è stata trovata seminuda e col corpo ricoperto di lividi ed ecchimosi.

Le due vittime sono state poi portate in Questura, dove hanno proceduto all’identificazione di due dei quattro aggressori. Uno si è presentato spontaneamente poco dopo dichiarando di non aver tentato alcuno stupro. Si tratta di un 19enne con piccoli precedenti penali. E’ stato denunciato a piede libero per aggressione, minacce e sequestro di persona.