Terra dei fuochi, confronto tra magistrati in un convegno a Varcaturo

Terra dei fuochi, confronto tra magistrati in un convegno a Varcaturo

Appuntamento il 28 Gennaio 2016,  ore 17,30 nell’Auditorium  del “IV Circolo” Didattico di Varcaturo, per discutere dei “risvolti amministrativi, giuridici e giudiziari” di un fenomeno che non è per niente terminato.

 

Il 28 Gennaio 2016,  ore 17,30 nell’Auditorium  del “IV Circolo” Didattico di Varcaturo, si parlerà dei “risvolti amministrativi, giuridici e giudiziari” legati alla “Terra dei Fuochi”, che, checché se ne dica, è un fenomeno ancora tutto da contenere e risolvere. A promuovere l’incontro ed il confronto tra magistrati, giudici, avvocati ed amministratori dei Comuni inclusi nella lista nera de “La Terra dei Fuochi”, è l’Associazione di promozione sociale “Osservatorio Costiero”, presieduta da Antimo Lucignano.  

Al convegno porteranno il proprio contributo illustri relatori e persone esperte dei fenomeni, che hanno  identificato una vasta zona delle province di Napoli e Caserta, con il triste appellativo di “Terra dei Fuochi”, una sorta di marchio di infamia a vita, per tutto quanto è emerso nelle cronache giudiziarie a partire dagli anni ‘90. 

L’incontro, che ha il patrocinio della Regione Campania e dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, sarà moderato dalla giornalista Angela Fabozzi. L’avvocato Francesco Casillo, esperto in reati ambientali, avrà il compito di introdurre l’argomento, che si prefigge di osservare e discutere della Terra dei Fuochi, per quelli che sono i risvolti amministrativi, giuridici e giudiziari.  Un obiettivo ambizioso al quale daranno il proprio contributo i relatori del ricco parterre: dr.ssa Maria Cristina Amoroso, Pubblico Ministero presso la Procura della Repubblica di Nola; dr. Antonello Ardituro, Magistrato del Consiglio Superiore della Magistratura; il dr. Donato Cafagna, Prefetto fenomeni roghi di rifiuti in Campania; il dr.  Gianluca Casillo, Amministratore Giudiziario; il Ten. Col. dei Carabinieri Claudio Mazzarese Fardella Mungivera, autore de “Il cancro della corruzione”; l’on. Giampiero Zinzi, Presidente della Terza  Commissione Speciale “Terra dei fuochi”, del Consiglio Regionale della Campania. 

All’importante appuntamento sono stati invitati tutti i Sindaci dei Comuni inclusi nella lista della “Terra dei Fuochi” ufficializzata da una Legge dello Stato italiano. 

Un dossier di Legambiente diffuso un anno fa, evidenzia dati sulla Terra dei Fuochi sui quali è necessario interrogarsi: dal 1991 al 2013 sono state censite 82 inchieste, per traffico di rifiuti, emesse 915 ordinanze di custodia cautelare e fatte 1.806 denunce coinvolgendo 443 aziende in gran parte del Centro e del Nord Italia. Dal gennaio 2012 all’agosto 2013, sono stati, inoltre, censiti 6.034 roghi di rifiuti e negli ultimi cinque anni si sono concentrati 205 arresti, per traffici e smaltimenti illegali, pari al 29,2% del totale nazionale, e oltre mille sequestri, il 10% di quelli effettuati in tutta Italia. In ventidue anni sono stati smaltiti, tra le province di Napoli e Caserta, oltre 10 milioni di tonnellate di rifiuti di ogni specie.