Tentata rapina sulla Circumvesuviana, immigrato blocca due malviventi

Tentata rapina sulla Circumvesuviana, immigrato blocca due malviventi

Torre del Greco. Tentano la rapina sulla Circumvesuviana ma un immigrato riesce a bloccarli. Attimi di terrore a bordo del treno diretto da Napoli a Sorrento ieri sera intorno alle 22. Come riporta Il Mattino, due giovani di origine rom hanno aggredito una coppia di turisti cinesi per rapinargli il cellulare. Uno dei due rapinatori è riuscito a strappare il telefono cellulare dalle mani della donna procurandole delle lesioni. Alla violenza ha assistito un giovane immigrato originario del Gambia che non ha esitato a intervenire bloccando i ladri: ne è nata una colluttazione. Anche un altro passeggero si è lanciato nella mischia aiutando il ragazzo di colore e cercando di bloccare i due rom.

Poi giunti alla stazione di Sant’Antonio uno dei malviventi è sceso ed è scappato col telefono rubato. Alla fermata successiva sono arrivati i carabinieri. I militari dell’Arma hanno fatto irruzione sul vagone ed arrestato un rom. Poi è stato ritrovato anche il cellulare. Lesioni guaribili in pochi giorni per la vittima della rapina e l’extracomunitario eroe.

I carabinieri dopo la brutta esperienza hanno provveduto a trovare una sistemazione ai due turisti cinesi che hanno soggiornato presso l’albergo Casa Rossa di Torre del Greco, per poi riprendere il viaggio per Sorrento.

“In occasione del voto sul risanamento dei conti dell’Eav in Consiglio regionale, programmato per giovedì 29 dicembre, ringrazieremo pubblicamente anche l’extracomunitario che, stamattina, nella stazione di Torre del Greco della CircumVesuviana, ha sventato uno scippo ai danni di una coppia di turisti diretti a Sorrento, facendo arrestare il malvivente”.

A darne notizia il presidente del gruppo consiliare Campania libera, Psi e Davvero Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “sarebbero notizie da non sottolineare perché rientrano in quelle azioni dettate dal senso civico, ma visto che si tende sempre a sottolineare la nazionalità di chi commette i reati per alimentare l’odio verso gli stranieri, è giusto che si sottolineino anche gesti del genere”.

“Il problema ora è farlo sapere a Salvini che crede che tutti gli extracomunitari siano delinquenti” ha concluso ironicamente Borrelli per il quale “c’è bisogno di qualcuno che lo informi tenendo conto dello choc che potrebbe avere visto che crollano le sue convinzioni”.