Tecnica del filo di banca: insegue un imprenditore e lo rapina. La polizia interviene e lo arresta

Tecnica del filo di banca: insegue un imprenditore e lo rapina. La polizia interviene e lo arresta

Tempestivo l’intervento della Polizia di Stato, stamane, in Via Stadera, ove un rapinatore è stato bloccato ed arrestato.

Un imprenditore, recatosi in mattinata presso l’ufficio postale, in Ponticelli, per un prelievo di denaro è stato seguito sino alla sua ditta, da due rapinatori viaggianti a bordo di uno scooter.

La vittima, che era in auto in compagnia di un familiare, è disceso dalla vettura per farsi aprire il cancello quando è stato avvicinato da un individuo che, arma in pugno, l’ha minacciato di consegnare il denaro in suo possesso. L’imprenditore, ha dapprima negato di avere denaro con se per poi gridare aiuto, tanto da attirare l’attenzione non solo della persona che era con lui in auto, ma anche dei suoi operai, uno di questi, infatti, ha subito chiamato il 113.

Due pattuglie di agenti del Commissariato di Polizia “Poggioreale” hanno subito raggiunto il luogo, scorgendo che era in atto una colluttazione tra l’imprenditore  e Salvatore Aprea, pregiudicato 32enne di Milano. Il complice, alla vista dei poliziotti è fuggito a piedi. La vittima è dovuta ricorrere alle cure sanitarie in ospedale per una ferita medicata con 10 punti di sutura.

I poliziotti hanno arrestato il 32enne, perché responsabile del reato, in concorso con altra persona, di rapina aggravata e ricettazione. Lo scooter sul quale viaggiavano i due malviventi, infatti, è risultato rubato, due mesi fa, in Arpino (Ce). li agenti, inoltre, hanno sequestrato una perfetta replica di una pistola semiautomatica, un passamontagna, un casco con visiera ed un cappuccio. Grazie al sistema di videosorveglianza, i poliziotti hanno ricostruito l’esatta dinamica, scorgendo anche il volto del complice, ora attivamente ricercato.

Aprea è stato condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale.