Tangente all’ex sindaco Pianese, Borrelli: “Revocategli il vitalizio. Prende 7mila euro al mese”

Tangente all’ex sindaco Pianese, Borrelli: “Revocategli il vitalizio. Prende 7mila euro al mese”

Arrivano le prime reazioni dopo l’inchiesta che vede coinvolto l’ex sindaco di Giugliano Giovanni Pianese. “Bisogna trovare il modo per sospendere o revocare il vitalizio a Pianese – ha dichiarato il consigliere dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli – e ad altri ex consiglieri regionali che, come lui, sono coinvolti in inchieste o, peggio ancora, hanno condanne per reati in qualche modo legati alle loro attività politiche e istituzionali”.

Per Borrelli “l’istituto dei vitalizi, così come era organizzato nelle precedenti legislature, è una vergogna e lo è ancor di più quando quei soldi vanno a persone che, a nostro avviso, infangano la politica con la loro azione trasformista e Pianese ne è un esempio emblematico come dimostra la sua storia fatta di alleanze con personaggi che non hanno onorato le Istituzioni come Pomicino e Cesaro”.

Poi ha concluso: “Tra l’altro Pianese era anche sindaco, fino a pochi mesi prima del commissariamento per condizionamento della camorra, del Comune di Giugliano, visto che si era dimesso per candidarsi al Parlamento. Non possiamo continuare a spendere soldi pubblici per arricchire ulteriormente persone come l’ex primo cittadino giuglianese che, solo dal Consiglio regionale, incassa quasi 7.000 euro al mese, più di tutti gli altri beneficiari del vitalizio riservato agli ex consiglieri”.