Si accettano miracoli: film con Alessandro Siani. Trama, cast, critica

Si accettano miracoli: film con Alessandro Siani. Trama, cast, critica

Stasera in onda”Si accettano miracoli” con Alessandro Siani. Il film del 2015 verrà trasmesso per la prima volta in chiaro su Rai1 alle 21 e 10 dopo Techetechetè.

Trama “Si accettano miracoli”

Napoli. Fulvio Canfora è il vice-direttore di una importante azienda, nella quale licenzia senza scrupoli. Quando, però, sta per essere licenziato a sua volta dal direttore lo aggredisce con una testata: dopo l’arresto e un breve periodo in carcere, viene affidato al fratello Germano, parroco e capo di una casa-famiglia di Rocca di Sotto, una piccola località dove sembra che il tempo si sia fermato. La parrocchia, a corto di liquidi, pare però destinata a chiudere: Fulvio crea quindi un falso miracolo, dotando la statua di San Tommaso d’Aquino di lacrime finte. Il miracolo attira pellegrini e turisti, i cui versamenti risollevano la situazione economica della chiesa: il piccolo paese può celebrare una sfarzosa festa di San Tommaso, che provoca l’invidia dei cittadini di Rocca di Sopra, decisi a realizzare dei migliori fuochi d’artificio.

Durante la permanenza alla casa-famiglia Fulvio si innamora di Chiara, una ragazza cieca che si occupa dei bambini; intanto Adele rimane incinta di un cantante e non di suo marito Vittorio, un uomo spento, apatico e per giunta sterile. La voce dei miracoli si sparge tanto che il Vaticano decide di inviare i propri vescovi per riconoscere l’ufficialità degli stessi: quando Fulvio rivela che si è trattato di uno scherzo, lui e Germano tentano di ingannare gli ispettori giunti in visita. Tuttavia, gli abitanti di Rocca di Sopra, ancora decisi a vendicarsi dei fuochi d’artificio e a conoscenza della falsità dei miracoli, irrompono nella chiesa e smascherano il tentativo d’inganno: i bambini della comunità rubano la fialetta con le lacrime, mentre gli ispettori prendono la statua e ripartono in auto. A causa di un guasto ai freni, l’auto finisce però contro il guard-rail del ponte e la statua cade in mare per la felicità degli abitanti di Rocca di Sotto.

Critica

Duro il giudizio di mymovies, che dà alla terza prova di Alessandro Siani appena una stella e mezzo su cinque. Una bocciatura, quella da parte della critica, che non ha intaccato però gli incassi del film (15 milioni e 380mila euro). “Come ne Il principe abusivo – commenta il sito -, Alessandro Siani punta in basso, non cerca molti livelli di lettura e usa la tenerezza dei bambini e la dolcezza dei sorrisi; mancano però le caratteristiche fondamentali del genere ovvero il ritmo, la fluidità del racconto, il meccanismo ad incastro della sceneggiatura e una certa agilità nel maneggiare toni e situazioni”.

Curiosità sul film di Alessandro Siani

Il film è stato girato in Campania. Precisamente tra Napoli, Sant’Agata de’ Goti, in provincia di Benevento (il cui set ha anche ospitato la seconda prova in esterna della quarta edizione di MasterChef Italia), e la Costiera Amalfitana nel paese di Scala, vicino Ravello. Le riprese sono avvenute nel maggio 2014 e si sono concluse nello stesso mese. Il film è stato poi distribuito il primo gennaio 2015,.

Cast “Si accettano miracoli”

Nei panni del protagonista, Fulvio Canfora, c’è ovviamente il mattatore napoletano: Alessandro Siani. Spicca anche per la sua interpretazione Fabio De Luigi, che interpreta il ruolo del fratello del protagonista, Don Germano Canfora. La ragazza cieca, Chiara, di cui Fulvio si innamora, è invece interpretata da Ana Caterina Morariu.

  • Alessandro Siani: Fulvio Canfora
  • Fabio De Luigi: Don Germano Canfora
  • Serena Autieri: Adele Canfora
  • Ana Caterina Morariu: Chiara
  • Giovanni Esposito: Vittorio
  • Giacomo Rizzo: Carmine
  • Salvatore Misticone: Candidato al miracolo
  • Gennaro Di Biase: Candidato al miracolo
  • Loredana Simioli: Candidata al miracolo
  • Lello Musella: 1° Chierichetto Ultrà
  • Pasquale Palma: 2° Chierichetto Ultrà
  • Paolo Triestino: Esaminatore commissione vaticana
  • Massimiliano Gallo: Galliano