Shiloh Jolie Pitt e la volontà di diventare John: cure ormonali ad 11 anni, ecco la verità

Shiloh Jolie Pitt e la volontà di diventare John: cure ormonali ad 11 anni, ecco la verità

“La figlia di Angelina Jolie e Brad Pitt ha iniziato la terapia ormonale per diventare un uomo”. Pare che la figlia 11enne dei Brangelina abbia ricevuto il consenso ufficiale da parte dei genitori ad iniziare un trattamento farmacologico che freni il naturale processo degli ormoni femminili nella crescita. E’ questa la notizia che da ore rimbalza sui media italiani, spagnoli e sudamericani, la fonte, citata ovunque, è l’agenzia Afp che però, in un momento successivo, ha smentito tutto su Twitter.

Da tempo il look e gli atteggiamenti della piccola Shiloh, figlia naturale di Brad e Angelina , non smette di sorprendere. Aveva solo 8 anni quando per la prima volta annunciò a mamma e papà di volere essere chiamata John. Una battaglia che, da subito, ha conquistato le prime pagine di tutti i giornali. I Pitt -Jolie, almeno fino a quando i due formavano una coppia hanno sempre affrontato la questione alla luce del sole, era il 2010, infatti, quando Angelina disse per la prima volta a Vanity Fair: «Mia figlia si sente un ragazzo. Per questo le abbiamo tagliato i capelli. Ama vestirsi da uomo, vuole essere come i suoi fratelli». E Pitt: «Finora l’avevo sempre chiamata “Shi”, ma lei continuava a interrompermi e a chiedermi di chiamarla John»

In proposito, nel 2014 aveva colpito il modo in cui si era presentata Shiloh durante la première di Unbroken, l’allora nuovo film di Angelina Jolie in veste di regista: aveva capelli corti, tirati indietro con il gel, e portava giacca e cravatta.

Per adesso tutto tace in America, ma la reazione dei giornali di matrice repubblicano-trumpista non si farà attendere.