Sesso su facebook: decine di gruppi per scambisti e single

Sesso su facebook: decine di gruppi per scambisti e single

“Spogliarelliste, ragazze immagine”, “Ragazze calde”, “Porcelline in chat”, “Cavalle da monta”, “Sesso e trasgressione”, “Mogli amanti porcelle”, “Incontri e amicizie chat”, “Sesso e trasgressione”, “Sessualità Erotika”, “Le donne morbide e sensuali”, “Sesso e incontri discreti”, sono solo alcuni dei gruppi Facebook, per lo più segreti, che prolificano ogni giorno e che racimolano migliaia di contatti.

Basta poco per iscriversi e farne parte, e basta un messaggio, una frase per ricevere decine di commenti e richieste in privato.

“Buongiorno ragazzi. Non scrivetemi in chat nn rispondo…vi contatto io dopo aver letto i commenti se mi intrigate…solo commenti piccanti mi raccomando…kiss” è solo uno dei tanti post  che si possono leggere su questi gruppi segreti.

Spulciando da una pagina all’altra si nota soprattutto l’”offerta” femminile. Foto in pose osé, nudi, scatti hot al limite del porno. Difficile che si trovino foto di uomini, tranne che per i gruppi gay. I commenti sotto ad ogni foto prolificano. Poi le chat continuano ovviamente in privato con immaginabili conseguenze.

Facebook, quindi,  è andato pienamente a sostituire quelle vecchie chat dei primi anni duemila. Siti  di incontri ancora rudimentali, nei quali si poteva solo conversare e nulla di più. Oggi, con le nuove tecnologie, nella società dell’apparenza, si è andati assolutamente oltre, con video hot e foto di ogni genere. La moda della diretta ha aumentato poi ancor di più il senso di trasgressione e tra adolescenti ad adulti oramai non c’è più limite.

Ma chi sfrutta questo tipo di gruppi? Spesso single, ma anche uomini e donne spostate e coppie che desiderano scambiarsi i partner per superare momenti di stallo, di noia. Ma non solo. In alcuni casi c’è un vero e proprio mercato del sesso con proposte ed offerte in denaro per serate “particolari” e piccanti.

Ma perché? La voglia di trasgressione, il desiderio di uscire dalla routine quotidiana, spinge moltissime persone (alcuni gruppi hanno davvero migliaia di iscritti) a sfruttare questa piattaforma per soddisfare gli istinti più nascosti. Il proibito è sempre stato concepito come eccitante e stimolante. Così oggi tutto sembra concesso, non ci sono più limiti e le decine e decine di gruppi lo dimostrano.

Ma il motivo può essere anche un altro, ovvero la totale mancanza e voglia di saper e voler conquistare qualcuno, di mettersi in gioco. L’appiattimento e la scomparsa di ogni tipo di valore. Probabile che, come tutte le cose, la verità stia nel mezzo.