Servizio di Striscia a Qualiano, il sindaco De Luca: “Rettifica o chiediamo il risarcimento”

Servizio di Striscia a Qualiano, il sindaco De Luca: “Rettifica o chiediamo il risarcimento”

Qualiano. Con il documento al protocollo N.3090, il Comune di Qualiano, scrive alla Redazione di “Striscia la Notizia” e chiede ufficialmente la rettifica di quanto contenuto nel servizio mandato in onda il 18 Marzo u.s., che puntava il dito su un’auto della Polizia Municipale, che circolava senza copertura assicurativa.

La verità. Vogliamo solo che venga detta la verità e non tutto quanto di falso è stato artatamente costruito dall’inviato Luca Abete al fine di raggiungere l’obiettivo del sensazionalismo e portare a casa lo scoop, che ha fatto passare la Polizia Municipale ed il Comune, di Qualiano come dei trasgressori incalliti”,  affermano il Comandante D’Onofrio ed il sindaco De Luca, che sottoscrivono l’articolato documento.

La disamina dell’accaduto, non conforme a quanto mandato in onda, viene avvalorata da affermazioni e documenti, che lo stesso Abete aveva già avuto modo di vagliare, ma che ha deciso di non tenerne da conto.

Fondamentale, è, infatti, il certificato della Sara Assicurazione, il quale afferma che la vettura in questione è sempre stata assicurata. In esso si legge, infatti, “per la FIAT PANDA targata EA500EZ (targa variata con YA551AB  mostrata nel servizio) è stato pagato il premio di polizza in data 29/12/2015 e la sua naturale scadenza è al 26/12/2016, vedasi copia della polizza emessa avente il seguente numero: 01-14530RW.

In data 08/03/2016 si è provveduto ad aggiornare la targa della vettura in questione  per sopraggiunta reimmatricolazione del veicolo, restando fermo ed invariato il periodo di copertura che scadrà in data 26/12/2016. Tali dati, oltre ad essere confermati dai nostri diari di cassa, sono confermati dalla Banca Dati ANIA”.

Proprio la mancata dimestichezza della materia assicurativa o forse la voglia di portare a casa lo scoop a tutti i costi, hanno generato il falso,  mandando in onda oltre che sulla official page di Luca Abete, un servizio che ha equiparato il Comune di Qualiano a quello di Quarto dove veramente le vetture della PM erano senza assicurazione. Il servizio ha avuto gravi ripercussioni locali ed un danno di immagine ragguardevole.

Per tale motivo oltre alla dovuta rettifica, l’Ente pubblico, si è riservato di adire le vie legali, per tutti i reati civili e penali, ravvisabili nel servizio mandato in onda il 18 Marzo 2016, che ha avuto gravi ripercussioni di credibilità e di immagine sul Comune di Qualiano e sull’intero Corpo di Polizia Municipale.

Comunicato stampa