Scavi di Liternum patrimonio dell’Unesco, missione M5S a Bruxelles

Scavi di Liternum patrimonio dell’Unesco, missione M5S a Bruxelles

Scavi di Liternum patrimonio dell’Unesco. Il M5s si farà promotore per l’avvio delle procedure per permettere il riconoscimento del sito archeologico di Lago Patria. “Un primo passo per salvaguardare e valorizzare l’intera area archeologica ricadente nel territorio di Giugliano”, spiegano i pentastellati. 

“In questi giorni il nostro portavoce alla Città Metropolitana (proprietaria del sito) Danilo Roberto Cascone e il portavoce al Comune di Giugliano Nicola Palma hanno incontrato a Bruxelles Isabella Adinolfi, europarlamentare M5s, membro della Commissione Cultura, per valutare questa opportunità. L’antica Liternum, nella quale secondo le fonti storiche si rifugiò come esule Scipione e lì vi morì nel 183 a.C., è un bene di tutti! – spiegano – A noi l’impegno di farla riemergere dall’incuria e dall’abbandono che è stata costretta a subire per troppi decenni.”

“Abbiamo capito come avviare la procedura. – spiega il consigliere giuglianese Palma – Proveremo in tutti i modi il sito di Liternum patrimonio dell’umanità. Aiutateci, convincete anche l’amministrazione comunale a darci una mano. E’ una cosa stupenda. Incrementerà incredibilmente il turismo nella zona della fascia costiera con il relativo beneficio per tutti. Quindi a nome del Movimento 5 Stelle faccio un appello a tutti i giuglianesi e soprattutto all’amministrazione comunale nella maggioranza, che di solito non ci dà molto ascolto, a portare avanti insieme a noi questa lotta – conclude Palma – affinché gli scavi di Liternum diventino patrimonio dell’Unesco”.