Scandalo nel napoletano, lei fa incontri hot in rete. Lui chiede divorzio

Scandalo nel napoletano, lei fa incontri hot in rete. Lui chiede divorzio

Castellammare. La moglie intrattiene incontri hard sul web, il marito chiede il divorzio. E’ la storia di una coppia di giovani coniugi, una delle tante, che “scoppia” in tempi record. Questa volta però con una motivazione bizzarra: le relazioni virtuali che intrattiene la donna con altri uomini su un sito di incontri online. Lui ha 33 anni, lei 32. Sposati da appena quattro mesi e già separati.

E’ lui a chiedere il divorzio e non poteva essere altrimenti. Lei era diventata la “reginetta degli incontri”, così come si faceva chiamare su un sito internet che promuove proprio incontri hard. Aveva riscosso anche un discreto successo, con vere e proprie “recensioni” e commenti piccanti sulle presunte relazioni (almeno virtuali) intrattenute con uomini conosciuti sul web. Alle spalle due anni di fidanzamento e appena quattro mesi dal fatidico sì. In tutto questo tempo lui non se n’era mai accorto di questi incontri hot sul web, né aveva mai avuto il sentore di un tradimento.

Una vita parallela, quella della moglie, scoperta quasi per caso sul pc portatile di casa. Il marito la sorprende mentre prova, goffamente, a cancellare alcuni dati, ma il 33enne era riuscito ad adocchiare il nome del sito internet utilizzato per gli incontri clandestini. Così indaga attraverso la cronologia del computer, riuscendo ad individuare il portale internet e il nickname per incontri virtuali. Si fa chiamare la “reginetta degli incontri” appunto, ma non riesce ad accedere al profilo. Non resta che registrarsi e fingere di essere interessato alla conoscenza on line.

Così fa il marito, contattando la moglie celata dietro un profilo criptato ma con tanto di foto. Lei accetta e il coniuge riesce a leggere tutti i commenti lasciati dagli utenti. In tanti apprezzano la “reginetta” con un centinaio di recensioni e messaggi piccanti all’indirizzo della donna. Fatti che risalgono addirittura al periodo antecedente al matrimonio, vale a dire ai due anni in cui erano fidanzati.

In tutto questo tempo lei ha continuato a intrattenere “rapporti” virtuali con altri uomini, anche se la certezza di una relazione extraconiugale non sembra esserci. Ma tanto basta al marito per chiedere l’annullamento del matrimonio. Ad appena quattro mesi dal fatidico sì. Non è restato altro che rivolgersi a uno studio legale e iniziare il difficile percorso del divorzio.

Fonte: METROPOLISWEB