Sant’Antimo, truffa a un dipendente comunale da 200mila euro. Arrestati in due

Sant’Antimo, truffa a un dipendente comunale da 200mila euro. Arrestati in due

Circuita persona con infermità psichica, convinta a versare 200.000 euro. I carabinieri di Sant’Antimo hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di napoli Nord concordando con risultanze investigative dell’arma.

Custodia domiciliare per Iavazzo Pasquale, 56enne e Liguori Carmine, 47enne, entrambi di Sant’Antimo ritenuti responsabili in concorso di circonvenzione aggravata d’incapace.
Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, tra aprile e agosto 2016, approfittando dello stato di infermità psichica di un 62enne del luogo, i due arrestati si erano fatti consegnare ingenti somme di denaro, per un totale di 200.000 euro, dicendogli che in base a una non meglio specificata legge doveva restituire 51.000 euro e che solo così avrebbe potuto mantenere il posto di lavoro come dipendente comunale.

Facebook