Sant’Antimo, sparò a moglie e figlio: ecco la decisione del giudice

Sant’Antimo, sparò a moglie e figlio: ecco la decisione del giudice

Sant’Antimo. Colpi di fucile contro i familiari, arriva la decisione del giudice. E’ stato notificato, dai carabinieri della Compagnia di Giugliano, un ordine di custodia cautelare ai domiciliari emesso dal gip di Napoli nord a carico di Leopoldo Ponticiello, il 61enne che il 20 ottobre, a Sant’Antimo, aveva sparato con una doppietta contro il figlio 28enne ferendo anche la moglie 59enne.

Il giudice lo ritiene responsabile di tentato omicidio aggravato e di lesioni gravissime. L’uomo, disabile, si trova da tempo su una sedia a rotelle a causa di una grave patologia. A quanto pare gli spari sono avvenuti dopo l’ennesima lite col figlio disoccupato. Subito dopo i militari dell’Arma ritrovarono anche alcune piantine di marijuana in un locale sotterraneo del palazzo.

Facebook