Sant’Antimo, la camorra spara contro l’auto del dirigente. Il sindaco: “Fatto gravissimo”

Sant’Antimo, la camorra spara contro l’auto del dirigente. Il sindaco: “Fatto gravissimo”

Dura la reazione del sindaco Aurelio Russo dopo gli spari esplosi contro l’auto di un dipendente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Sant’Antimo. “Il fatto gravissimo dell’intimidazione del dipendente comunale al quale avevo affidato l’incarico di dirigere, fino a fine anno, l’ufficio urbanistica impone una riflessione approfondita sulle attese e sugli interessi che da sempre gravitano attorno ad alcuni uffici comunali”, ha dichiarato il primo cittadino.

“Le mie scelte di discontinuità rispetto al passato sono state chiare e precise. È evidente che a qualcuno non piace il nuovo equilibrio democratico venuto fuori dalle elezioni dello scorso giugno. Noi andremo avanti. Sarà indetto un Consiglio Comunale aperto nel quale condivideremo con la cittadinanza i nostri intendimenti e la nostra determinazione. Per affrontare questo tipo di problema tutti insieme”, ha concluso. Intanto a breve sarà indetto un consiglio comunale monotematico per discutere della vicenda. L’assisse potrebbe riunirsi in piazza. Per il Giuseppe Italia, consigliere comunale d’opposizione, si tratta di “un attacco al Comune e la risposta deve essere decisa”.