Sant’Antimo in lutto, la città piange la morte di Luciano

Sant’Antimo in lutto, la città piange la morte di Luciano

Sant’Antimo. La città di Sant’Antimo è in lutto per la morte di Luciano Amodio, il lavoratore morto a seguito di un incendio divampato nella fabbrica dove lavorava.

L’uomo è deceduto nel pomeriggio di ieri a Mariglianella nell’azienda “Menichini Industriale e Navale srl”, specializzata nella realizzazione di carrelli elevatori, a causa di un incendio. Le fiamme, scoppiate per cause in corso di accertamento in uno dei locali dello stabile che ospita l’impresa, sono state domate dai vigili.

Amodio era il responsabile della sicurezza dell’azienda: secondo una prima ricostruzione dei fatti l’uomo sarebbe andato proprio sul luogo dello scoppio e, circondato dal fuoco, avrebbe cercato riparo in un locale circostante. Inutilmente, visto il propagarsi delle fiamme. Ma sulle cause della morte sarà una indagine a pronunciarsi.

Amodio è ricordato da tutti come un onesto lavoratore, 52 anni, padre di due figli e marito esemplare. La sua prematura scomparsa ha scosso l’intera comunità santantimese.