Sant’Antimo e Giugliano blindate dai carabinieri, 1 arresto e 7 denunce

Sant’Antimo e Giugliano blindate dai carabinieri, 1 arresto e 7 denunce

Raffica di controlli in strada e perquisizioni questo pomeriggio da parte dei carabinieri della Compagnia di Giugliano, guidati dal capitano Antonio De Lise. Particolare attenzione nell’operazione “alto impatto” da parte dei militari è stata rivolta a Sant’Antimo, dopo la recente escalation criminale con agguati e bombe ai negozi.

Nel corso dell’operazione è stato arrestato Giuseppe Russo, classe ’92, pregiudicato di Melito, in esecuzione all’ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare emesso dalla procura della repubblica presso il tribunale di Napoli, dovendo espiare la pena di 6 mesi di reclusione, poiché riconosciuto colpevole di detenzione e vendita di tabacchi lavorati esteri di contrabbando a Melito nel 2001. Russo è finito ai domiciliari.

Poi sono state denunciate 7 persone per ricettazione; omessa comunicazione cambio luogo domicilio armi e omessa custodia di armi; omessa comunicazione cambio luogo domicilio armi; detenzione ai fini della vendita di tabacchi lavorati esteri di contrabbando; porto abusivo di sfollagente; detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti.

8 soggetti sono stati segnalati come assuntori di sostanze. Poi i carabinieri hanno sequestrato 278  pacchetti si sigarette di contrabbando per un peso complessivo di 5.840 grammi e 5 grammi di marijuana;

Sono stati controllati 120 veicoli ed elevate 15 contravvenzioni al codice della strada per mancata copertura assicurativa e guida senza patente. Infine, sequestrati 4 veicoli e sottoposti a fermo amministrativo altri 4.