Sant’Antimo, agguato nella piazza di spaccio: la vittima è in coma

Sant’Antimo, agguato nella piazza di spaccio: la vittima è in coma

Sant’Antimo. E’ in coma farmacologico Domenico Maggio, l’obiettivo dei killer colpito ieri in via Solimene a Sant’Antimo. L’uomo raggiunto al petto da un colpo di pistola è scampato a un agguato ma versa ancora in gravi condizioni.

I fatti ieri intorno alle 19. In zona si sentono esplodere diversi colpi d’arma da fuoco. E proprio dove hanno tentato di uccidere Maggio abitano i familiari dell’uomo. Sul posto giungono i Carabinieri della Compagnia di Giugliano diretti dal capitano Antonio De Lise. I militari non trovano bossoli ma dalle prime informazioni i colpi esplosi sarebbero almeno cinque.

I carabinieri hanno acquisito i filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona che potrebbero far luce sulla vicenda e mostrare l’identità dei killer che avrebbero agito a bordo di una moto. Sul luogo dell’agguato è stata ritrovata un’auto, utilizzata da Maggio all’interno della quale è stato conficcato un proiettile.

Le prime ipotesi portano al regolamento di conti. Maggio nel 2014 fu arrestato per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. La pista battuta dagli inquirenti è quella dello “sgarro” nel mondo della droga. Forse a determinare la decisione di ammazzarlo una partita di droga non pagata o una vendita in proprio.