Salvini a Napoli, Peppino Di Capri e la profezia di Massimo Troisi dopo 27 anni

Salvini a Napoli, Peppino Di Capri e la profezia di Massimo Troisi dopo 27 anni

Salvini arriva a Napoli e si avvera la profezia di Massimo Troisi dopo 27 anni. In queste ore sta facendo il giro del web infatti la foto che ritrae il segretario della Lega Nord con il noto musicista napoletano Peppino Di Capri.

I due si sono incontrati alla Mostra d’Oltremare di Fuorigrotta dove Salvini ha tenuto un comizio sabato scorso. Una stretta di mano ed uno scambio di battute tra il leghista ed il cantante, che poi ha lasciato il palacongressi prima della fine della manifestazione. “Sono venuto perché tempo fa ho sentito un’intervista di Salvini nella quale diceva che da anni è un mio fan – ha raccontato Di Capri – così gli ho portato due cd in regalo”.

L’artista ha rivelato anche la sua curiosità: “Volevo vedere come si scusava con i napoletani”. Ben 27 anni fa, però, Massimo Troisi già ironizzava sul rapporto tra il cantante partenopeo ed i leghisti. Era il 1990 quando il comico di San Giorgio a Cremano, nel salotto Rai di “Domenica In” con Pippo Baudo, fece sorridere il pubblico con le sue battute: “Umberto Bossi rischia l’espulsione dalla lega lombarda, nasconde i 45 giri di Peppino di Capri, per questo è in disgrazia”.

“In un incontro con i rappresentati della Lega Nord – proseguì Troisi – erano spuntati da un cassetto dei 45 giri del cantautore napoletano in un mobile a casa di Bossi.” Una “profezia” che oggi molti stanno ricordando.