Salerno: uomo massacra di botte il suo cagnolino, incastrato dal video. Arrestato

Salerno: uomo massacra di botte il suo cagnolino, incastrato dal video. Arrestato

E’ stato arrestato a Salerno nella giornata di ieri un uomo di 59 anni reo di aver massacrato di botte un povero cagnolino in strada. A. F., queste le sue iniziali, aveva ucciso disumanamente il giorno prima un cane di piccola taglia nel quartiere di Pastena precisamente nel parcheggio di via Flacco. Fortunatamente un gruppo di ragazzi, che erano li presenti ed hanno potuto assistere al macabro massacro, hanno ripreso tutta la scena con uno smartphone.

Le immagini così sono state riportate ai Vigili urbani che arrivati sul posto non hanno potuto far altro che ritrovare il corpicino senza vita del piccolo animale. Successivamente poi è scattata la ricerca all’uomo che in poco tempo, grazie alle immagini girate dai ragazzini, è stato riconosciuto in quanto era già noto alle forze dell’ordine. Nella mattina di ieri la polizia municipale di Salerno ha rintracciato A. F. che si trovava nella sua abitazione. L’uomo, sebbene non sia originario della città, è residente a Salerno da anni. Accusato, nega di aver ucciso il quadrupede.

La pena:

Il reato che gli verrà contestato è quello di uccisione di animali che comporta una pena da quattro mesi a due anni. L’uomo verrà processato. Desidero ringraziare il Comando della Polizia Municipale che ha in tempi rapidissimi, individuato il soggetto che si è macchiato di questo orribile crimine” scrive in un post su Facebook il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli che aggiunge: Un grazie sentito va, ancora una volta, a quei ragazzi che coraggiosamente hanno filmato l’accaduto permettendo così alla Polizia Municipale di individuare l’uomo”.

Le reazioni dal web:

La compagna dell’uomo, che è stata intervistata da LIRA TV, prende le distanze dall’atto compiuto da suo marito. Intanto la bacheca facebook dell’uomo è stata invasa di messaggi. Carla scrive: “Se sei stato davvero te a commettere questa crudeltà inaudita che tu possa soffrire le peggiori pene e tu possa finire la fine dei tuoi giorni nelle peggiori delle agonie spero che la legge faccia il suo corso e tu ti meriti la peggiore delle pene….”. Roberta aggiunge: “Tutta l’italia e non solo è contro di te! Spero nella giustizia divina perché in quella italiana non credo più. Non può finire così”.