Rubano i risparmi all’anziano zio, ma con un trucchetto le fa arrestare

Rubano i risparmi all’anziano zio, ma con un trucchetto le fa arrestare

Afragola. I carabinieri della compagnia di Casoria hanno arrestato per furto aggravato in concorso ai danni di un pensionato 69enne due donne, una della quali una sua lontana nipote. Sono entrambe di Afragola: Filomena Volpe, 34 anni, e Rosanna Basile, 27 anni, l’amica.

L’uomo, vedovo da poco, teneva qualche centinaio di euro di risparmi nel cassetto del comò. Le due donne lo intuiscono e ai primi di luglio iniziano a fargli visite di cortesia pressoché a cadenza settimanale. Dopo la prima visita, però, l’anziano zio si accorge subito che nel cassetto mancano 600 euro. Sorgono in lui dei dubbi e si confida con un maresciallo da cui riceve un consiglio per scoprire l’autore del furto qualora avesse colpito ancora. L’anziano mette in atto la dritta e dopo pochi giorni riceve un’altra visita dalle due donne. La Volpe, come sempre, chiede di usare il bagno e si allontana. Torna in cucina dopo poco e proseguono la conversazione di circostanza finché si congedano.

Il tempo di salutarle e lo zio va subito a controllare nel cassetto, da dove vede che mancano altri 90 euro. Chiama immediatamente i carabinieri che bloccano le due donne a pochi metri dall’abitazione. È a questo punto che il consiglio messo in pratica è risolutivo: i militari perquisiscono le donne e trovano nel portafoglio della Volpe le banconote rubate, indubbiamente quelle, perché la vittima le aveva fotocopiate. I soldi vengono restituiti alla vittima e le due vengono arrestate.

Dall’inizio del mese di luglio, dopo il ritiro della pensione, i furti sono stati tre: più di 700 euro la somma sottratta all’anziano.