Roghi tossici, il Pd: “Pubblicità ingannevole del sindaco”

Roghi tossici, il Pd: “Pubblicità ingannevole del sindaco”

Giugliano. “Oramai il sindaco Poziello non solo soffre di annuncite, ma è capace anche di falsificare i dati e smentirsi da solo nel giro di un anno”. Commentano così i consiglieri del Partito Democratico di Giugliano il manifesto fatto affiggere dall’Amministrazione secondo cui ci sarebbe stato un dimezzamento dei roghi a Giugliano dal 2015 al 2015 passando da 118 a solo 55 incendi.

“Quelli diffusi sono dati che lasciano il tempo che trovano – commentano Nicola Pirozzi (capogruppo), Adriano Castaldo, Diego d’Alterio e Mena Sabatino – e che non fotografano affatto qual è la reale situazione. E’assurdo affermare, peraltro attraverso manifesti graficamente ingannevoli, che ci sia stata una diminuzione degli incendi quando in realtà non è affatto così. Lo stesso sindaco, un anno fa, tenne a sottolineare in un comunicato che c’era una regia criminale dietro l’escalation dei roghi ed oggi, con una bacchetta magica, cancella tutto presentando dati fasulli.”

“Gli unici fatti reali – continua il gruppo Pd – sono i maxiroghi delle ecoballe di Taverna del Re, l’arrivo del biodigestore e l’assenza del sindaco ai tavoli istituzionali durante i quali si è discusso a livello comunale, provinciale e regionale di questioni ambientali e bonifiche. Capiamo che l’Amministrazione non sappia che pesci prendere, poiché sulla questione “roghi” è palesemente in difficoltà ed in ritardo rispetto agli annunci di campagna elettorale, ma fare “pubblicità ingannevole”, pensando forse di essere ancora sotto elezioni, è offensivo verso tutta la cittadinanza che ogni giorno è costretta a respirare i fumi tossici che si levano in ogni zona di Giugliano. Chiediamo pertanto all’Amministrazione, invece di sbandierare ai quattro meri numeri che da soli non dicono niente, di venire in Consiglio comunale per comunicarci qual è stato l’impatto di questi incendi tossici sulla nostra salute e sull’economia agricola giuglianese”.